News

Raccolta Differenziata di Indumenti Usati e Solidarietà nel Cuore di Vesti Solidale Onlus

moussa orizzontale

Anche per il 2024 e il 2025, la cooperativa sociale Vesti Solidale Onlus continuerà a svolgere il    servizio di raccolta differenziata degli indumenti usati e di gestire i contenitori gialli contrassegnati con i marchi di Caritas Ambrosiana e della Rete Riuse dislocati nella provincia di Monza e Brianza.

Vesti Solidale si impegna a ridurre la produzione di rifiuti dando nuova vita agli indumenti usati e al tempo stesso a creare opportunità economiche e sociali mediante il supporto di progetti solidali e la creazione di occasioni di lavoro per le fasce più vulnerabili della popolazione.

Attualmente, nei 22 comuni serviti, sono presenti quasi 200 cassonetti che oltre a possedere un meccanismo antintrusione, sono dotati di sensori di riempimento grazie ai quali è possibile pianificare gli interventi di svuotamento e intervenire tempestivamente laddove il contenitore risultasse pieno, ottimizzando le risorse disponibili.

Dai dati rilevati, nel 2023 sono state raccolte circa 1160 tonnellate di abiti e indumenti. Il 70% in più dei rifiuti tessili avviati a recupero rispetto al 2021. Se queste quantità fossero state smaltite nella frazione indifferenziata avrebbero avuto un costo per i cittadini di quasi 300 mila euro.

Negli ultimi due anni Vesti Solidale ha incrementato di circa il 40% il personale dedicato al servizio di raccolta sul territorio brianzolo.

Tra i nuovi arrivati c’è anche Moussa (nome di fantasia), un uomo di 34 anni, padre di due figli di 6 e 4 anni.

È in Italia da circa un anno e mezzo, ed è uno dei tanti che sono giunti attraverso il pericoloso viaggio sui “barconi”, fuggendo da una guerra interminabile che affligge il suo paese, il Mali.

Una fuga verso l’Europa di quasi 3000 km fino a Lampedusa, passando per l’Algeria e la Tunisia. Terrore e disperazione lo hanno portato a fidarsi di coloro che organizzano viaggi clandestini, convinto che l’unica speranza fosse il percorso via mare.

Nonostante il tempo trascorso, quando Moussa pensa al suo lungo viaggio, i suoi occhi si velano di tristezza.

Il ricordo è distante, ma ancora doloroso. «Pensavo di morire»: queste le uniche parole che riesce a condividere di quell’esperienza traumatica.

Quegli stessi occhi si riempiono di gioia e speranza quando pensa però ai suoi figli. Il suo sogno è riuscire un giorno a farli arrivare qui in Italia.

«Il senso di quello che facciamo è riflesso negli occhi pieni di speranza di Moussa» –  afferma Matteo Lovatti presidente della cooperativa Vesti Solidale – «nella sua voglia di lavorare sodo, nella sua determinazione e nella sua costante voglia di apprendere e di studiare.

Moussa ha iniziato il suo percorso con Vesti Solidale attraverso un tirocinio lavorativo e ora ha un contratto di lavoro.

La sua esperienza dimostra che dietro ogni indumento inserito nei nostri cassonetti c’è una storia, ogni singolo capo contribuisce a scriverne dei nuovi capitoli. Il riutilizzo di abiti usati, non solo ci permette di preservare l’ambiente, ma anche di dare opportunità lavorative a persone in situazioni di svantaggio sociale.»

____________________________________________________________________________

La cooperativa Vesti Solidale fa parte del Consorzio Farsi Prossimo, una rete di 13 imprese sociali, promosso appunto da Caritas Ambrosiana, e della Rete Riuse, che con i proventi della raccolta degli abiti usati finanzia progetti sociali a favore di persone svantaggiate nei territori delle diocesi di Milano, Bergamo e Brescia. In 25 anni di attività sono state aiutate oltre 8mila persone: soprattutto famiglie con difficoltà economiche, persone con disabilità fisiche o psichiche, minori che vivono in contesti svantaggiati o persone che necessitano di cure mediche.

Rimettersi in gioco ancora una volta! «Economia in circolo» con Textile Hub

VS post 7

Rimettersi in gioco ancora una volta! «Economia in circolo» è stato anche questo. Nel nuovo Textile Hub c’è tanto da costruire, ognuno ha il suo ruolo e la sua opportunità di crescere. Le attività di selezione sono a pieno regime. Il numero dei lavoratori è in crescita per sostenere le nuove potenzialità di recupero dei #rifiutitessili. Le attività di selezione richiedono esperienza e conoscenza che i lavoratori più esperti insegnano ai nuovi arrivati. I primi tirocini si trasformano in opportunità di lavoro. Grazie a «Economia in circolo», a Intesa San Paolo e a Fondazione Cesvi per averci accompagnato in questo nuovo inizio!

Il progetto è sostenuto da @intesasanpaolo  attraverso il Programma Formula in collaborazione con @Fondazione CESVI.
Se vuoi scoprire il Programma Formula, visita forfunding.it

Un’opportunità per l’ambiente e per la creazione di nuove opportunità di lavoro a Rho

cesvi

Il nuovo Textile Hub di Rho sarà il centro dove i rifiuti tessili raccolti nelle province di Milano, Monza e Brianza saranno selezionati e indirizzati al #riutilizzo e al #recupero. Un’opportunità per la salvaguardia dell’ambiente e per la creazione di nuove opportunità di lavoro sul territorio di Rho e dintorni. Il progetto «Economia in circolo» ha contribuito alla realizzazione di questi obiettivi!

Il progetto è sostenuto da @Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con @Fondazione CESVI.

Se vuoi scoprire il Programma Formula, visita forfunding.it

#Formula

Arriva a Nichelino SHARE ( Second hand riuse): il negozio del riuso che sostiene progetti di solidarietà.

SHARE_I_Viali

Mercoledì 25/10/2023 al centro commerciale I Viali Shopping Park Di Nichelino (TO) sarà inaugurato il nuovo punto vendita di SHARE.

Creare occupazione attraverso il riutilizzo di abiti e trasformare i proventi in progetti sociali, questa è la sfida raccolta da Share (Second hand reuse).
Nel nuovo store i clienti possono trovare vestiti e accessori usati di altissima qualità, accuratamente selezionati e igienizzati, a prezzi estremamente vantaggiosi, condividendo inoltre – “share” – un importante valore sociale.
I proventi di SHARE contribuiscono a:
– sostenere progetti sociali a beneficio di persone fragili;
– permettono di dare lavoro a persone svantaggiate sia nelle attività del negozio, sia nelle altre fasi del ciclo di recupero degli indumenti (disabili, donne fragili, rifugiati ed ex carcerati);
– Promuovere il riuso “salvando “dalla discarica migliaia di capi d’abbigliamento in ottimo stato donandogli una seconda vita.
Il progetto di moda sostenibile è nato a Milano nel 2014 e ad oggi vede la presenza di 6 negozi sul territorio nazionale (3 Milano, Paderno Dugnano, Varese e Lecco).
Share è il frutto dell’esperienza nell’ambito del riciclo di indumenti usati e dell’inserimento di lavoratrici e lavoratori svantaggiate maturata dalla Cooperativa Vesti Solidale, parte del Consorzio Farsi Prossimo: una rete di 12 imprese sociali, promosse da Caritas Ambrosiana, che ad oggi dà lavoro ad oltre 1.970 persone.

Prossima apertura a Rho

VS post 5

A breve queste porte si apriranno per ricevere i rifiuti tessili raccolti sui territori di Milano, Monza e Brianza. Tutto il materiale potrà essere selezionato e lavorato dagli operatori formati anche grazie al progetto «Economia in circolo». Riuso e recupero saranno le priorità della nostra selezione!

Il progetto è sostenuto da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con  Fondazione CESVI.

Se vuoi scoprire il Programma #Formula, visita forfunding.it

Scopri il nostro progetto “Economia in circolo

#Formula  #economiacircolare  #sostenibilitàambientale

La selezione del tessile e nuove opportunità di lavoro

Vestisolidale 4

«Economia in circolo» è anche creazione di nuove possibilità di inserimento lavorativo.
La selezione del tessile richiede attenzione ed esperienza, conoscenza dei tessuti, dei brand, capacità di individuare potenzialità e difetti di ogni capo. Ekram è entrato da poco a far parte della squadra della selezione. Appassionato di abbigliamento e del mondo del tessile ha lavorato in negozi di abbigliamento in altri Paesi prima di arrivare in Italia. Il percorso di tirocinio gli permetterà di rimettersi in gioco ancora una volta e di acquisire nuove competenze portando nel gruppo di lavoro la sua esperienza.

“Economia in circolo” è sostenuto da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con  Fondazione CESVI.

Se vuoi scoprire il Programma #Formula, visita forfunding.it

Scopri il nostro progetto “Economia in circolo

#coopvestisolidale  #economia circolare #secondhandreuse

“Economia in circolo”: prende il via il progetto per le persone e l’ambiente

vestisolidale_gda (8)

Le attività in Vesti Solidale sono iniziate! Il recupero degli indumenti è stato avviato.

Il gruppo di lavoro di addetti alla selezione inizia ad ampliarsi, accogliendo nuovi tirocinanti e lavoratori. L’affiancamento con i lavoratori esperti e la formazione, creano competenze e professionalità.

Attraverso il lavoro queste persone stanno dando nuova energia alla loro vita. E il loro lavoro aiuta anche l’ambiente, salvando tutto ciò che è possibile avviare al riuso o al riciclo. Nuove possibilità anche per le loro famiglie e per tutti i cittadini che potranno dare una seconda possibilità a questi abiti acquistandoli nei negozi SHARE.

Economia in circolo, un progetto dove ognuno ha il suo spazio e il suo ruolo nella salvaguardia dell’ambiente.

Il progetto “Economia in circolo” è sostenuto da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con  Fondazione CESVI.

Se vuoi scoprire il Programma #Formula, visita forfunding.it

Scopri il nostro progetto “Economia in circolo

#coopvestisolidale  #economia circolare #secondhandreuse

“Economia in circolo”: costruire il futuro un mattone alla volta

Vestisolidale_rho

Ci siamo quasi! I lavori della nuova sede procedono. Stiamo acquistando gli arredi e tutto quel che serve per avviare le attività.

Anche i percorsi di tirocinio e inserimento lavorativo sono al punto di partenza!

Il nostro primo tirocinante ha iniziato da poco il suo percorso, sta lavorando in affiancamento a colleghi esperti per imparare tutto quel che serve per acquisire le competenze necessarie per la selezione dei capi da indirizzare al riuso.

Una seconda possibilità alle persone e agli abiti, questi sono i nostri obiettivi.

Il progetto “Economia in circolo” è sostenuto da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con Fondazione CESVI.

Se vuoi scoprire il Programma #Formula, visita forfunding.it

Scopri il nostro progetto “Economia in circolo

#coopvestisolidale  #economia circolare

Vesti Solidale partecipa a Milano Circolare

MC_STD_POST-scaled

“Milano Circolare: la città che riduce, recupera, ricicla”, due giorni di esposizioni, talk e laboratori gratuiti!
Un evento aperto, dedicato alla moda e al design circolare, per confrontarsi con chi sta affrontando l’idea di economia circolare a Milano.
Il programma è stato realizzato selezionando tra oltre cento realtà attive a Milano.
Vesti Solidale sarà presente per tutto l’evento e parteciperemo al talk del sabato pomeriggio “Circolari a fin di bene: esperienze di riuso e riciclo a impatto sociale”, in cui condivideremo la nostra esperienza sul ciclo del rifiuto tessile, dalla raccolta all’upcycling (Auditorium 1400, ore 16:00).
In Vesti Solidale ci occupiamo di raccolta e gestione degli indumenti usati e degli scarti di produzione delle manifatture tessili, avviando i prodotti selezionati al riutilizzo nei negozi Share e all’upcycling nella sartoria sociale Taivé. Racconteremo come questo avviene in una cooperativa sociale finalizzata a creare nuova occupazione e inserimenti lavorativi di soggetti fragili.

🗓 QUANDO
Venerdì 10 febbraio, dalle 14:00 alle 19:30
Sabato 11 febbraio, dalle 10:00 alle 19:00

📍 DOVE
BASE Milano, in via Bergognone 34

✅ PROGRAMMA E INFO
Milano Circolare: https://milanocircolare.it/

#coopvestisolidale #milanocircolare #comunedimilano #moda #design #economiacircolare

Grazie a chi ha creduto a “Economia in circolo”!

Dona Valore7_ vestisolidale

Grazie mille a chi ha creduto nel progetto “Economia in circolo”! Con i fondi raccolti contribuiremo a creare le condizioni migliori affinché percorsi di inserimento lavorativo possano avere esiti positivi e le persone coinvolte possano, attraverso il lavoro, ridare nuovo slancio alle proprie vite. Il progetto “Economia in circolo” è sostenuto da Intesa Sanpaolo attraverso il Programma Formula in collaborazione con Fondazione CESVI.

Le persone al centro, il pianeta intorno!
Se vuoi scoprire il Programma #Formula, visita forfunding.it

Scopri il nostro progetto “Economia in circolo